Uovo di Pasqua al cioccolato fondente

PRESENTAZIONE

C'è chi lo ama più dolce al latte, chi invece preferisce il gusto quasi amarognolo del cioccolato ed è un purista, preferendo sempre il nero fondente. Questa volta accontentiamo i più esigenti, proponendo la versione dell'uovo di Pasqua al cioccolato fondente, uno dei dolci pasquali più amati. Prepararlo vi farà sentire come Willy Wonka il famoso personaggio de "La fabbrica del cioccolato": la fase di temperaggio del cioccolato è un'operazione delicata, ma una volta terminato sorprenderete tutti con un risultato degno delle migliori pasticcerie! E non dimenticate di inserire la sorpresa all'interno dell'uovo di Pasqua al cioccolato fondente prima di chiuderlo! Scoprite anche l'uovo di Pasqua al cioccolato al latte, con nocciole, fondente con arachidi e per i più piccoli: bigusto al fondente e bianco!

Leggi anche: Uovo di Pasqua al cioccolato fondente e arachidi

INGREDIENTI
Ingredienti per 1 uovo di Pasqua (stampo da 25 cm)
Cioccolato fondente al 70% (da copertura) 1 kg
Preparazione

Come preparare l'Uovo di Pasqua al cioccolato fondente

Per preparare l'uovo di Pasqua al cioccolato fondente, iniziate dal temperaggio del cioccolato: tritate il cioccolato fondente al 70% 1 e scioglietelo a bagnomaria (è preferibile che l'acqua del pentolino sfiori il fondo della bastardella in cui avete messo il cioccolato) 2; quando il cioccolato sarà arrivato ad una temperatura di 54° (misurate con il termometro da cucina), asciugate il fondo del pentolino (tenete nel pentolino l'acqua bollente) e versatene 2/3 su una lastra di marmo posizionata su un piano di lavoro (la lastra di marmo serve a sciogliere il cioccolato più velocemente e raggiungere la temperatura ideale) 3;

Iniziate a lavorare il cioccolato sulla lastra con una spatola 4 e un raschietto, stendendolo sulla superficie. Quando avrà raggiunto i 28° (misurate sempre con il termometro da cucina) 5, trasferitelo nella ciotola dove avete lasciato l'1/3 di cioccolato restante e mescolate 6. Il cioccolato dovrà raggiungere i 31/32° 7. Se in queste fasi la temperatura dovesse abbassarsi troppo, tenete sempre a portata di mano il pentolino del bagnomaria con l'acqua calda, per scaldare leggermente il cioccolato. Al contrario nel caso fosse ancora troppo caldo, ripetete l'operazione dello spatolamento su marmo con una piccola parte del cioccolato.

Versate il cioccolato così ottenuto nello stampo da uova di Pasqua da 25 cm 7 spandendo il cioccolato in maniera uniforme con un movimento rotatorio facendo arrivare il cioccolato fino ai bordi. Dopo un minuto capovolgete lo stampo su un vassoio raccogliendo il cioccolato in eccesso. Sbattete leggerment i bordi dello stampo per togliere le bolle d'aria, quindi lasciate cristallizzare per circa 20 minuti. Quando si sarà leggermente solidificato 8, togliete con un raschietto i bordi di cioccolato in eccesso 9 per rifinirli. Versate poi nuovamente il cioccolato in eccesso nello stampo, ripetendo il movimento rotatorio per distribuirlo uniformemente. Fate cristallizzare ancora circa 20 minuti, quindi rimuovete i bordi come nel passaggio 9 se necessario e fate rassodare il cioccolato

Versate poi nuovamente il cioccolato in eccesso nello stampo (10-11), ripetendo il movimento rotatorio per distribuirlo uniformemente. Fate cristallizzare ancora circa 20 minuti, quindi rimuovete i picchi di cioccolato (come nel passaggio 9) se necessario e fate rassodare il cioccolato per 2-3 ore. Se la temperatura esterna fosse sopra i 20° potete riporre lo stampo in frigorifero. Quando sarà ben cristallizzato, vi accorgerete che non vi è più cioccolato attaccato allo stampo e potrete sformare delicatamente le due metà di uovo facendo una leggera pressione sullo stampo 12.

Scaldate quindi una padella più ampia dell'uovo e poi poggiatela sul piano di lavoro: adagiate una metà d'uovo alla volta con i bordi rivolti verso il fondo della padella e tenete qualche istante giusto il tempo che i bordi si scaldino leggermente 13: inserite la sorpresa e fate aderire le due metà 14; tenete in posa qualche minuto, il tempo che si sigillino le parti.L'uovo di Pasqua al cioccolato fondente è pronto per essere regalato e poi gustato il giorno di Pasqua!

Conservazione

Consevate l'uovo di Pasqua al cioccolato fondente in un luogo fresco e asciutto per circa 30 giorni, al riparo da fonti di luce dirette.

Consiglio

Vi avanza molto cioccolato delle uova di Pasqua? Potete riciclarlo per preparare deliziosi brownies o muffin al cioccolato!

14 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • chef27
    giovedì 11 aprile 2019
    Ciao! volevo chiedere se, anzi che riscaldare l'uovo in una padella, potessi riscaldare i bordi, molto delicatamente, con la fiamma di caramellizzatore. Grazie!
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 11 aprile 2019
    @chef27: ciao! puoi farlo ma dovrai regolare bene la potenza della fiamma e la distanza, altrimenti potrebbe sciogliersi troppo! 
  • veronica.satta
    lunedì 26 marzo 2018
    ciao! nella seconda colata nello stampo devo prestare particolare attenzione alla temperatura del cioccolato o va bene quella raggiunta nei 20 minuti di attesa che la prima colata solidifichi? grazie mille smiley
    Redazione Giallozafferano
    martedì 27 marzo 2018
    @veronica.satta: ciao! Devi mantenere il cioccolato in caldo in modo che sia sempre intorno ai 30°. Se si raffredda o scalda troppo dovrai temperarlo di nuovo! 
2 FATTE DA VOI
raffaella vitariello
Il mio uovo di Pasqua 2019
Fatina59
Uovo cioccolato fondente felicemente “muccoso”
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo