Vellutata di cavolo rosso

PRESENTAZIONE

Vellutata di cavolo rosso

In cucina si possono fare tante magie, ma alcune sono più strabilianti di altre! Oggi vi proponiamo una ricetta che vi farà tornare a quando eravate bambini alle prese col piccolo chimico oppure a quando più grandicelli vi siete appassionati alle storie di Harry Potter: vellutata di cavolo rosso! Il cavolo rosso appartiene alla famiglia del cavolo cappuccio ed è un ingrediente povero ma dalle mille qualità nascoste, perfetto già da gustare a crudo come nell'insalata. Oltre a essere naturalmente ricco di vitamine e sali minerali, infatti, il cavolo rosso possiede anche un inaspettato lato trasformista grazie all’alto contenuto di antocianine, responsabili della caratteristica colorazione violacea di molte varietà di frutta e vegetali: basterà aggiungere alla crema di cavolo un elemento acido come il succo di limone per variarne il pH e… voilà, otterrete una vellutata rosa! Niente alambicchi o bacchette magiche, quindi: il segreto di questo bellissimo piatto è tutto nelle diverse interpretazioni di uno stesso principio naturale. Ora che vi abbiamo svelato il trucco, a voi non resta che scoprire il sapore di questa sorprendente vellutata di cavolo rosso… siamo certi che vi conquisterà tanto quanto il suo aspetto incantato, bon appetit!

Leggi anche: Penne ai cinque cavoli

Preparazione

Come preparare la Vellutata di cavolo rosso

Per preparare la vellutata di cavolo rosso, per prima cosa pelate lo scalogno e tagliatelo a fettine non troppo sottili 1. Poi lavate il cavolo rosso sotto l’acqua corrente, dividetelo a metà, eliminate la costa dura interna 2 e tagliatelo a striscioline con un coltello 3.

Ora scaldate l’olio di oliva in un tegame dal fondo spesso, aggiungete lo scalogno 4 e rosolatelo a fiamma viva fino a quando non avrà assunto una bella colorazione dorata. Quando lo scalogno sarà ben rosolato, aggiungete il cavolo rosso al tegame (tenete da parte qualche strisciolina per la guarnizione finale) 5, aggiungete un pizzico di sale 6 e fatelo rosolare a fiamma viva per qualche minuto mescolando spesso.

A questo punto versate un litro di acqua nel tegame 7, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 35-40 minuti senza coperchio, mescolando occasionalmente 8. Trascorso questo tempo, aggiungete il restante mezzo litro di acqua 9 e lasciate cuocere per altri 10-15 minuti.

Una volta terminata la cottura, spegnete la fiamma, aggiungete la panna fresca 10 e mescolate accuratamente. Frullate il tutto utilizzando un frullatore a immersione 11; quando avrete ottenuto una consistenza cremosa e uniforme 12,

setacciate la purea ottenuta attraverso un colino aiutandovi con una spatola 13 in modo da renderla ancora più fine e omogenea. Ora prelevate un quarto della crema ottenuta, trasferitela in una ciotolina a parte 14 e unite a questa il succo di limone 15:

mescolate fino a che non assumerà un colore rosa uniforme 16. Condite con una macinata di pepe sia la crema rosa 17 che quella viola, e a quest’ultima aggiungete anche una grattugiata di noce moscata 18.

Mescolate ancora una volta e siete pronti per impiattare: dividete la crema viola in due ciotole da portata, aggiungete un mestolo di crema rosa a entrambe per creare una deliziosa sfumatura di colore 19, poi guarnite con un ciuffetto di cavolo crudo tagliato a julienne 20. La vostra incantevole vellutata di cavolo rosso è pronta per essere servita ben calda 21!

Conservazione

Conservate la vellutata di cavolo rosso in frigorifero in un contenitore chiuso ermeticamente per 1-2 giorni. Si può congelare per un mese, se avete utilizzato solo ingredienti freschi.

Consiglio

Se preferite, potete sostituire la panna fresca con il latte intero, oppure ometterla del tutto: in questo modo otterrete una vellutata più leggera, anche se un po’ meno cremosa.

Curiosità

Se vi piace l’idea di giocare con i colori naturali, potreste anche provare ad aggiungere del bicarbonato a parte della vellutata di cavolo rosso: otterrete un colore blu che vi consigliamo di usare però per colorare la pasta di sale per esempio e realizzare simpatiche formine con i vostri bambini!

30 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • Elwinga
    mercoledì 02 ottobre 2019
    Ma è un'idea completamente assurda provare a sostituire la panna con del philadrlphia? Magari dopo aver frullato..
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 02 ottobre 2019
    @Elwinga: ciao! purtroppo il risultato non sarà sicuramente lo stesso. Se ti piace il gusto del philadelphia abbinato al cavolo rosso puoi aggiungere una quenelle alla fine! 
  • FranCapra
    martedì 08 gennaio 2019
    ciao! buonissima! qualche idea per utilizzare la polpa filtrata?
    Redazione Giallozafferano
    martedì 08 gennaio 2019
    @FranCapra: ciao! una volta frullata tutta la polpa passerà attraverso il colino! 
42 FATTE DA VOI
dianafi
buonissima! l’ideale per queste prime sere d’inverno
Anna101967
ottima ricetta delicata e creativa😋
Stellafragola
buona😋
doraletizia
vellutata con formaggino
Vampetta
Buona e delicata! Non abbiamo messo il limone perché volevamo gustarla senza troppa alterazione del gusto.
alex_cuspide
con la robiola
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo