Vignarola

PRESENTAZIONE

Di ricette romane ne abbiamo viste tante, dalla pizza bianca, perfetta da gustare sulla scalinata di Trinità dei Monti mentre si ammira piazza di Spagna, ad un piatto come i saltimbocca, da assaporare in uno dei ristorantini di Trastevere. Oggi vogliamo regalarvi un altro piatto della cucina laziale, la vignarola: un contorno perfetto da preparare in questo periodo dell'anno, che prende il nome dal termine "vignaroli", ovvero i contadini che vendevano frutta e verdura. Saranno poche le settimane in cui troverete tutti gli ingredienti per realizzarla... Fave, piselli, carciofi e lattuga romana non potranno mancare in questa ricetta di passaggio dalla stagione primaverile a quella estiva! La vignarola è perfetta da gustare come contorno, o da sola con una fetta di pane tostato, ma se ve ne innamorerete proprio come abbiamo fatto noi potete anche utilizzarla per condire la pasta! 

Leggi anche: Zuppa di fave piselli e carciofi

INGREDIENTI
176
CALORIE PER PORZIONE
Fave fresche, da sgranare 500 g
Pisellini freschi, da sgranare 500 g
Lattuga romana 1
Carciofi mammole 390 g
Cipollotto fresco 2
Peperoncino fresco 1
Vino bianco secco 70 g
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale fino q.b.
Preparazione

Come preparare la Vignarola

Per preparare la vignarola romana come prima cosa sgranate piselli 1 e fave 2. Dovrete ottenerne circa 200 gr di ciascuno 3

Passate alla lattuga romana e tagliatela a strisce medie 4, sciacquatela 5 e tenetela da parte. Occupatevi ora dei carciofi: eliminate le foglie più esterne 6 che risulterebbero dure in cottura e ricavate il cuore del carciofo. 

Utilizzando uno spelucchino arrotondate e pelate anche il gambo 7; poi tagliate la punta del carciofo 8 e dividetelo a metà 9

Senza eliminare la barbetta interna tagliate il carciofo a fettine sottili 10. Eliminate la parte verde del cipollotto, tagliatelo prima a metà e poi a julienne 11. Tagliate a rondelle anche il peperoncino 12

Passate alla cottura della vignarola: versate un filo d'olio in un tegame, lasciatelo scaldare e aggiungere i cipollotti 13. Attendete pochi istanti e unite anche il peperoncino 14, poi lasciate appassire a fiamma moderata per alcuni minuti. Non appena il cipollotto sarà ben dorato, alzate leggermente la fiamma e unite i carciofi 15

Attendete 3-4 minuti e unite le fave 16, mescolate e dopo altri 3 minuti aggiungete anche i piselli 17. Aspettate altri 3-4 minuti, saltando le verdure e unite la lattuga romana 18

Sfumate con il vino bianco 19, attendete che la parte alcolica sia completamente evaporata e coprite con un coperchio 20. Lasciate cuocere per almeno 10 minuti, poi togliete il coperchio 21

regolate di sale 22 e ultimate la cottura per altri 5 minuti. Spegnete quindi il fuoco, aggiungete un filo d'olio 23 e servite la vostra vignarola 24

Conservazione

La vignarola si può conservare in frigorifero per 2-3 giorni al massimo. 

Si sconsiglia la congelazione. 

Consiglio

Le varianti di questo piatto sono infinite, c'è chi aggiunge anche del guanciale per arricchirlo ancora di più; allora perchè non provare? 

 

11 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • ArtRosi
    mercoledì 15 maggio 2019
    @viviana673: ciao, io ho avuto il tuo stesso dubbio. Siccome usavo fave piuttosto grosse e dure, le ho fatte prima bollire per una ventina di minuti, mentre stufavo i carciofi e i piselli e le ho aggiunte in ultimo assieme alla lattuga smiley
  • giannabaglieri
    venerdì 27 aprile 2018
    posso utilizzare carciofi surgelati??
    Redazione Giallozafferano
    sabato 28 aprile 2018
    @giannabaglieri: ciao consigliamo sempre, soprattutto se di stagione, di usare un prodotto fresco ma se non hai modo puoi optare per i carciofi surgelati! 
5 FATTE DA VOI
tatianawonderland
😻sembra buonissimo, adesso proviamo )
ArtRosi
Bella e buona 'sta vignarola!
lucymei
La mia vignarola!!
dott.2004
la mia prima vignarola....ho aggiunto guanciale alle cipolline novelle....golosissima...🤤🤤🤤
Spenky
Buonissima!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo