PRESENTAZIONE

Waffle

Sono nati in Europa e hanno raggiunto la popolarità soprattutto in Belgio, Olanda, Francia e Germania, poi hanno intrapreso un lungo viaggio per mare e sono sbarcati nel Nuovo Continente, dove si sono rifatti un nome e una vita: non stiamo parlando di una fortunata storia di emigrazione bensì dell’evoluzione dei waffle, deliziosi cugini d’oltreoceano delle gaufre! Si tratta in entrambi i casi di soffici cialde dall’inconfondibile forma a nido d’ape, ideali da gustare a colazione o per il brunch con l’aggiunta degli ingredienti più disparati: cioccolato e granella per i più golosi, fragole e panna montata per i più romantici, oppure uova in camicia e bacon croccante per gli amanti del salato… insomma, tutto ciò che la fantasia vi suggerisce può essere utilizzato per far diventare i vostri waffle sempre più appetitosi e irresistibili! Noi ci siamo fatti ispirare dalla tipica presentazione dei pancake e li abbiamo serviti con sciroppo d’acero, frutta fresca e zucchero a velo: e voi, avete già pensato da quale topping iniziare?

INGREDIENTI

Per 4 waffle da 12 cm di lato
Farina 00 280 g
Burro 220 g
Uova medie, a temperatura ambiente 6
Lievito in polvere per dolci 2 g
Zucchero 180 g
Baccello di vaniglia 1
Sale fino 1 cucchiaino
per imburrare la piastra
Burro q.b.
per guarnire
Frutta fresca q.b.
Sciroppo di acero q.b.
Zucchero a velo q.b.
Preparazione

Come preparare i Waffle

Per preparare i waffle, per prima cosa sciogliete il burro al microonde o a bagnomaria e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo rompete le uova a temperatura ambiente in una ciotola 1 e sbattetele leggermente con una frusta, poi unite lo zucchero 2 e mescolate ancora. Setacciate la farina e il lievito 3 direttamente all’interno della ciotola,

aggiungete il sale 4 e mescolate, prima piano poi sempre più energicamente con la frusta per amalgamare le polveri al composto e rimuovere eventuali grumi 5. Una volta intiepidito, versate il burro fuso nella ciotola poco alla volta, in modo da incorporarlo gradualmente con la frusta 6.

A questo punto dividete il baccello di vaniglia a metà per il lungo ed estraete i semini con la lama di un coltello 7, poi aggiungeteli al composto 8 e mescolate ancora fino ad ottenere una consistenza piuttosto fluida, densa e omogenea 9. Coprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare l’impasto in frigorifero per almeno un’ora.

Trascorso il tempo di riposo, lasciate tornare l’impasto a temperatura ambiente e nel frattempo riscaldate la piastra per waffle per farla arrivare a temperatura. Quando la piastra sarà ben calda, spennellatela con un po’ di burro fuso e versate un mestolo scarso di impasto all’interno dello stampo a forma di nido d’ape 10 in modo da ricoprirne interamente la superficie 11. Chiudete la piastra 12 e lasciate cuocere per circa 7-8 minuti (controllate dopo qualche minuto lo stato di cottura dei waffle)

Quando i waffle avranno assunto un bel colore dorato, aprite il coperchio, staccateli delicatamente dalla piastra 13 e trasferiteli su un piatto 14. Guarnite i vostri deliziosi waffle a piacere con sciroppo d’acero, frutta fresca e una pioggia di zucchero a velo 15!

Conservazione

Si consiglia di consumare i waffle appena pronti. In alternativa si possono congelare già cotti.

L'impasto si conserva non più di 12 ore in frigorifero coperto con pellicola.

Consiglio

Per realizzare questa ricetta è necessario avere la piastra apposita: in commercio ne esistono di varie forme e dimensioni, quindi verificate sempre le istruzioni per ottenere una cottura ottimale. Potete guarnire i waffle con i vostri ingredienti preferiti, sia dolci che salati, oppure farcirli a mò di panino come nella nostra ricetta dei waffle sandwich!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI375
  • Floflower
    mercoledì 23 settembre 2020
    è possibile far riposare l’impasto tutta la notte in frigo e usarlo la mattina dopo?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 24 settembre 2020
    @Floflower:Ciao, sarebbe meglio preparare il composto appena prima di cuocere i waffle, in modo da non smontare le uova.  Trattandosi di preparazioni con uova crude, ti consigliamo comunque di non conservare l'impasto per oltre 12 ore.
  • francy@trudy
    mercoledì 02 settembre 2020
    Graziee x la vostra gentile risposta!! ok allora li farò come da ricetta!! sarà buona come le vostre preziose ,appunto , ricette !!! grazie 🥰🥰