Zenzero candito

PRESENTAZIONE

A prima vista potreste scambiarlo per delle golose caramelle gelèe, in realtà questi deliziosi bocconcini non sono altro che zenzero candito, morbidi bon bon dal gusto speziato il cui sapore pungente è stemperato dallo zucchero. Il risultato è un mix accattivante di note piccanti e zuccherine che lo rendono unico e inconfondibile. Lo zenzero candito è un modo dolcissimo per gustare questa radice dai molteplici benefici, uno snack gustoso da spiluccare in ufficio e ogni volta che ne avrete voglia!

Leggi anche: Torta all'acqua al limone e zenzero

INGREDIENTI

Ingredienti per 160 g di zenzero candito (per la prima cottura)
Zenzero fresco da pulire 450 g
Acqua q.b.
per la seconda cottura
Zenzero lessato 160 g
Zucchero 160 g
Acqua 100 g
Sale fino 1 cucchiaino
per guarnire
Zucchero q.b.
Preparazione

Come preparare lo Zenzero candito

Per realizzare lo zenzero candito per prima cosa sbucciate lo zenzero 1 e poi tagliatelo a pezzetti di 2 cm circa 2, otterete circa 250 g di zenzero. Ponete lo zenzero in un tegame, versate sopra tanta acqua quanto basta a coprirlo interamente 3 e lessatelo per 30 minuti.

Una volta lessato lo zenzero 4 ne otterrete circa 160 g, scolatelo 5 e ponetelo nuovamente in un pentolino, aggiungete lo zucchero 6

100 g di acqua 7 e il sale 8. Mescolate e cuocete per 20 minuti a fiamma media. Trascorso il tempo di cottura parte dell’acqua sarà evaporata e si saranno formate delle bollicine in superficie 9 spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il composto.

Foderate con carta da forno una teglia e cospargete la superficie con lo zucchero 10. Versate qui lo zenzero raffreddato 11, distribuite i pezzetti distanziandoli e cospargete con altro zucchero 12.

Raccogliete in un cartoccio lo zenzero per far aderire meglio lo zucchero. Lasciate raffreddare 14 e poi raccogliete lo zenzero candito in un barattolo e gustatelo a piccole dosi 15.

Conservazione

Lo zenzero candito si conserva per una settimana in barattoli di vetro ermetici posti in un luogo fresco e asciutto, in modo che l’umidità non lo danneggi.

Consiglio

Non buttate via l’acqua della prima bollitura, sarà ottima da consumare come tisana avendo cura di diluirla in acqua, il gusto infatti è piuttosto intenso.

3 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • familolli
    giovedì 14 marzo 2019
    si può usare la stevia al posto dello zucchero?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 14 marzo 2019
    @familolli: ciao! non abbiamo provato ma il risultato non sarà lo stesso! 
  • dr.Nirvus
    mercoledì 13 marzo 2019
    Per chi avesse problemi di mal d'auto - perfetti!
1 FATTA DA VOI
Elegiam
Con solo due etti... La ricetta è perfetta!!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo