Zuccherini montanari

PRESENTAZIONE

Le ricette di famiglia sono sempre le più preziose, quelle che vengono preparate a occhio, senza bilancia e che si tramandano di madre in figlia da tempo immemore… gli zuccherini montanari, tipici dell’Appennino tosco-emiliano, rientrano proprio in questa categoria. Da non confondere con gli zuccherini bolognesi, gli zuccherini montanari sono dei biscotti a forma di ciambella aromatizzati all’anice, caratterizzati da una densa glassa di zucchero da cui deriva appunto il nome. Dall’aspetto rustico e volutamente disomogeneo, non potevano mancare in occasione di feste e matrimoni durante i quali venivano preparati in grandi quantità dalle donne di famiglia per essere regalati sia agli invitati che agli sposi, sotto forma di collane zuccherine. Conquistati dalla loro bontà casalinga, ci siamo fatti guidare dai racconti di queste mani abili e sapienti per realizzare una versione che possa uscire dai confini delle montagne del centro Italia per entrare nelle case di tutti coloro che amano scoprire un territorio attraverso i suoi sapori. Se anche voi appartenete a questa categoria, non esitate a rimboccarvi le maniche e ad allacciare il grembiule: preparando gli zuccherini montanari realizzerete non solo dei deliziosi biscotti da regalare, magari per Natale o Pasqua, ma contribuirete a tramandare una storia unica fatta di dolci racconti di famiglia.

Leggi anche: Biscotti al vino

INGREDIENTI

148
CALORIE PER PORZIONE
Ingredienti per circa 48 biscotti
Uova (circa 4) 220 g
Farina 00 750 g
Zucchero 150 g
Olio di semi di arachide 120 g
Liquore all'anice 60 g
Lievito in polvere per dolci 15 g
Per la glassatura
Zucchero 500 g
Acqua 70 g
Liquore all'anice 40 g
Preparazione

Come preparare gli Zuccherini montanari

Per preparare gli zuccherini montanari, per prima cosa mettete le uova e lo zucchero all’interno della ciotola di una planetaria munita di gancio 1. Iniziate a lavorare il composto a velocità media, poi unite l’olio di semi 2 e il liquore all’anice tenendo la planetaria sempre in funzione 3.

Quando avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso 4, spegnete la planetaria e setacciate la farina e il lievito all’interno della ciotola 5. Azionate di nuovo la planetaria per amalgamare tutti gli ingredienti e ottenere un impasto omogeneo 6.

Trasferite l’impasto sul piano da lavoro e dategli la forma di una palla liscia e uniforme 7. Prelevate circa un quinto dell’impasto e stendetelo con un mattarello allo spessore di 1 cm, poi ricavate delle strisce lunghe circa 10 cm e larghe 2 cm (8-9).

Prendete una striscia per volta e datele la forma di un cordoncino, arrotondandola con la punta delle dita contro il piano da lavoro 10. Attorcigliate delicatamente le estremità del cordoncino 11, poi chiudetele ad anello in modo da creare una ciambellina 12. Sovrapponete le estremità e premete delicatamente per far sì che rimangano attaccate. Procedete in questo modo fino ad esaurire tutto l’impasto.

Adagiate le ciambelline ottenute su una leccarda foderata con carta forno 13 e cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per 20 minuti, posizionandola sul ripiano intermedio. Circa 5 minuti prima della fine del tempo di cottura, occupatevi della glassa: in un tegame capiente, versate lo zucchero, l’acqua e il liquore all’anice 14 e fate sobbollire a fuoco dolce monitorando la temperatura con un termometro 15.

Quando i biscotti saranno cotti, sfornateli 16 e, nel momento in cui lo sciroppo ha raggiunto la temperatura di 105°, aggiungeteli direttamente nel tegame 17. Mescolate accuratamente a fuoco dolce per assicurarvi che tutti i biscotti vengano ricoperti dallo sciroppo in modo unforme 18

e continuate fino a che i dolcetti non risulteranno brinati perché lo zucchero si sarà cristallizzato 19. Versate i biscotti su un vassoio rivestito con carta forno e lasciate raffreddare completamente 20, dopodiché i vostri zuccherini montanari saranno pronti per essere addentati 21!

Conservazione

Gli zuccherini montanari si possono conservare a temperatura ambiente, all’interno di una scatola di latta o in sacchettini alimentari, per una decina di giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Potete aromatizzare ulteriormente l’impasto aggiungendo 20 g di semi di anice. Se non avete una planetaria potete tranquillamente realizzare l’impasto a mano come si faceva una volta!

19 COMMENTI
Commenta o chiedici un consiglio
  • jlcorsu
    domenica 28 luglio 2019
    Ciao, sono in Corsica e ho assaggiato più volte zuccherini di castiglioni dei pepoli, vorrei sapere che tipo di liquore all'anice e che tipo di lievito (chimico o da forno). Grazie per la tua risposta.
    Redazione Giallozafferano
    domenica 28 luglio 2019
    @jlcorsu: Ciao, il liquore all'anice è quello che puoi trovare nei supermercati, drogherie o online con la dicitura "liquore all'anice". Il lievito è quello istantaneo per preparazioni dolci (in genere è venduto come lievito vanigliato) smiley
  • Antonella
    mercoledì 10 aprile 2019
    vorrei preparare questi biscotti...posso usare l'aroma anice e se si quanto??? grazie
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 10 aprile 2019
    @Antonella: Ciao, se l'impasto risultasse asciutto aggiungi pochissima acqua e aromatizza pure con qualche goccia di aroma di anice.
7 FATTE DA VOI
Casey1
Seguito la ricetta precisamente e venuti fuori squisiti!
Dianora91
Buonissimi!!
alebonheur
Non sono venute punto male !!!
marzolina
sapori di una volta
ugo19772
una montagna di zuccherini!
nera_furiosa
zuccherini deliziosi!
RICETTE CORRELATE

Ti suggeriamo