PRESENTAZIONE

Zuppa di lenticchie

La zuppa di lenticchie è un primo piatto casalingo senza tempo, caldo e corroborante, perfetto per rifocillarsi durante le sere invernali più fredde. Con pochi e semplici ingredienti porterete in tavola una pietanza saporita e genuina, che esalta al meglio il gusto di questi legumi: porri ed erbe aromatiche doneranno sapore, le patate aggiungeranno un tocco cremoso e poi qualche pomodorino ciligino e un pizzico di curcuma per rendere il colore più vivace e invitante. Una volta pronta, servitela con croccanti crostini di pane, tostati al forno con olio e origano, per completare con gusto questa zuppa deliziosa.

Ecco altre gustose idee per cucinare le lenticchie:

Preparazione

Come preparare la Zuppa di lenticchie

Per preparare la zuppa di lenticchie tagliate finemente la parte bianca del porro 1. Sbucciate le patate e riducetele a dadini di 1 cm 2. Scaldate nel tegame un giro d'olio, versate il porro e rosolatelo 3.

Aggiungete le patate in casseruola 4. Unite anche le lenticchie risciacquate 5 e l’acqua 6.

Insaporite con la curcuma 7 e le foglie di alloro 8, mescolate e dalla presa del bollore fate cuocere a fuoco medio-basso per 25-30 minuti, durante i quali mescolerete di tanto in tanto. Non aggiungete ora il sale, altrimenti le lenticchie resteranno dure. Nel frattempo preparate i crostini: tagliate a dadini il pane 9.

Versate i crostini su una teglia, condite con sale, pepe, olio 10 e origano fresco 11.Tostate il pane in forno preriscaldato a 200° in modalità ventilata per 8 minuti. Lavate e tagliate a metà i pomdorini 12.

Aggiungete quindi i pomodorini 13 e proseguite la cottura per una decina di minuti. Controllate di aver raggiunto il grado di cottura adatto ai vostri gusti, regolate di sale 14 e pepe e togliete dal fuoco, lasciate riposare qualche minuto. Servite la zuppa di lenticchie ben calda aggiungendo un filo d'olio a crudo, una grattata di pepe e i crostini di pane 15.

Conservazione

La zuppa di lenticchie si conserva in frigo per 1 giorno, senza pomodori si conserva 3 giorni. Potete congelarla dopo la cottura se avete utilizzato ingredienti freschi.

Consiglio

Per rendere ancora più gustosa la zuppa di lenticchie potete arricchirla con una crosta di formaggio, oppure con qualche fungo porcino secco. Al soffritto potete aggiungere del peperoncino, se vi piacciono i sapori piccanti. Questa minestra è buonissima anche con aggiunta di farro o orzo.

RICETTE CORRELATE
COMMENTI104
  • Sofiade
    mercoledì 30 dicembre 2020
    Buona sera, volevo un informazione; vanno bene le lenticchie che non hanno bisogno dell’ammollo?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 31 dicembre 2020
    @Sofiade:Certamente smiley
  • GiorgyC
    domenica 17 novembre 2019
    si puó congelare?
    Redazione Giallozafferano
    lunedì 18 novembre 2019
    @GiorgyC:certo smiley
  • Fiordarancio
    sabato 05 ottobre 2019
    Ciao! Vorrei fare una variante “rossa” di questa zuppa, aggiungendo un po’ di pomodoro (conserva fresca). Se vi sembra una buona idea, quanta ne consigliate da aggiungere? La cottura subisce variazioni? Grazie smiley
    Redazione Giallozafferano
    sabato 05 ottobre 2019
    @Fiordarancio: ciao! non avendo provato non possiamo darti indicazioni precise, puoi provare con 100 g! I tempi di cottura resteranno invariati! 
  • Silvia
    martedì 21 novembre 2017
    ho delle ottime lentichhie già cotte da me... posso usarle lo stesso? come mi regolo per il tempo di cottura?
    Redazione Giallozafferano
    mercoledì 22 novembre 2017
    @Silvia :Ciao Silvia, nel tuo caso dovrai cuocere prima le altre verdure, che richiederanno dei tempi più brevi, e poi aggiungere alla fine le lenticchie cotte.

Chiudi