PRESENTAZIONE

Zuppa imperiale

Ancora una volta la tradizione ci suggerisce una pietanza tanto semplice quanto gustosa: la zuppa imperiale. Un piatto che arriva dall’Emilia Romagna, ma di cui esiste anche una versione simile nelle Marche che prende il nome di pasta reale. Non si può dire che il nome importante tradisca le aspettative: una zuppa ricca e sostanziosa preparata con bocconcini di semolino e Parmigiano tuffati in un brodo di carne che li avvolge con sapore. Questi morbidi cubotti gialli  rappresentano da sempre un piatto tipico delle feste, come Natale e Pasqua, ma noi vi invitiamo a riscoprirlo come un comfort food, perfetto per le fredde giornate invernali quando minestre e zuppe la fanno da padrona e non desideriamo altro che una calda coccola per riscaldarci! Se invece deciderete di portarla in tavola proprio per Pasqua, vi consigliamo di servire la torta degli addobbi come fine pasto per un menù all'insegna della tradizione.

INGREDIENTI
Ingredienti per l'impasto
Uova (circa 4 medie) 220 g
Semolino 135 g
Parmigiano Reggiano DOP 90 g
Burro 75 g
Sale fino q.b.
Noce moscata q.b.
Brodo di carne 1 l
Preparazione

Come preparare la Zuppa imperiale

Per realizzare la zuppa imperiale iniziate dalla preparazione del brodo di carne: lavate e pelate le verdure e ponetele in un tegame capiente e dai bordi alti con l’olio. Aromatizzate con i grani di pepe in grani ed i chiodi di garofano . Aggiungete la carne 1 e coprite con 3L di acqua, lasciate cuocere così a fuoco medio-alto per circa 2 ore, fino a far ridurre il brodo di circa la metà. Quindi aggiungete il restante litro di acqua e lasciate cuocere per ancora un'ora a fuoco basso. A fine cottura 2 filtrate il brodo con un colino a maglie strette 3.

Conservate la carne e le verdure per il lesso e salate il brodo 4. Ora occupatevi dell’impasto: in un pentolino sciogliete a fuoco dolce il burro e tenetelo da parte (5-6).

In una ciotola versate il semolino e il Parmigiano grattugiato 7, unite le uova sbattute 8, il burro fuso 9, il sale,

aromatizzate con la noce moscata grattugiata 10 e mescolate il tutto con una frusta 11 per amalgamare gli ingredienti 12.

Imburrate una teglia 30x20cm e foderatela con carta da forno 13, trasferite l’impasto nella teglia 14 e livellatelo in superficie con il dorso di un cucchiaio per compattarlo al meglio 15.

Cuocete il composto in forno statico preriscaldato a 180° per 35 minuti. A cottura ultimata, sfornate il composto e lasciatelo raffreddare 16, poi rovesciate la teglia su un tagliere per sformare il panetto 17. Tagliatelo prima striscioline 18

e poi a cubetti di circa  1x1 cm (19-20). Versate il brodo caldo in un piatto, aggiungete i cubetti di semolino e servite la vostra zuppa imperiale 21.

Conservazione

Si consiglia di consumare la zuppa imperiale subito, in alternativa potete conservarla senza brodo un paio di giorni al massimo in frigorifero. E’ possibile congelare i cubetti già porzionati..

Consiglio

Una variante sfiziosa di questo piatto prevede l’aggiunta nell’impasto della mortadella tritata, da leccarsi i baffi!

RICETTE CORRELATE
COMMENTI16
  • zuperman200
    giovedì 06 febbraio 2020
    Se dovessi prepararla in anticipo x ristretta di tempi, posso cuocere il semolino e tagliarlo il giorno dopo al momento della cena?
    Redazione Giallozafferano
    giovedì 06 febbraio 2020
    @zuperman200: Ciao, si puoi conservare la teglia in frigo!
  • Carlettaa
    martedì 03 dicembre 2019
    Grazie mille per la vostra risposta